Fare goal

Ci sono alcune fasce di età in cui se chiedi a ragazzi/e il ruolo preferito tutti ti risponderanno “attaccante!”.  E’ importante per un mister creare esercizi in cui migliorare le capacità dei ragazzi/e di fare goal da varie posizioni in area di rigore e con tecniche diverse. 

Essere sempre in movimento, regolare la posizione in base ai difensori e dotarsi di una tecnica per tirare con entrambi i piedi e di testa portano ragazzi/e a capire chi realmente possa essere più portato per fare l’attaccante. 

Fare goal

E’ importante quindi sviluppare esercizi che consentano a ragazzi/e di migliorare la tecnica e il movimento in situazioni simili a quelle di una partita. In questo esercizio ogni attaccante deve cercare di fare goal in 4 modi:

1 Ogni attaccante porta palla e poi tira in porta direttamente appena entrato in area

2 Dopo aver tirato (fase 1) l’attaccante corre in diagonale in area attendendo il cross dal compagno (2).

3 Dopo aver effettuato il secondo tiro (fase 2) l’attaccante effettua un cambio di direzione correndo in diagonale verso sinistra per ricevere un passaggio dal compagno (3) per girarsi e tirare al limite dell’area piccola.

4 L’attaccante dopo aver effettuato il tiro (fase 3) corre verso destra sul palo opposto per ricevere una palla alta dal compagno (4) per colpirla di testa e fare goal.

Alla fine di ogni circuito ruotiamo gli attaccanti con i compagni che devono servire palla. Quindi ogni attaccante riceve 4 palloni per tentare di fare goal, alla fine del circuito vince l’attaccante che ha segnato di più.

Nella partitella finale uno sviluppo potrebbe essere giocare una partita in un campo piccolo con due giocatori neutrali che giocano per la squadra in possesso della palla.

Questi giocatori neutrali creano un squilibrio in fase di attacco favorendo il movimento degli attaccanti e la possibilità di passaggio smarcante per poter andare al tiro in porta da più posizioni.

PULCINI – Gioco Tecnico – FootVolley

Qualsiasi sia la fascia d’età con cui andiamo a lavorare, la componente fondamentale di ogni allenamento è la motivazione dell’allievo. 

Spesso creare motivazione non è certo semplice,  perché ogni bambino o ragazzo ha bisogni differenti da saziare, ma generalmente un errore che gli allenatori commettono è quello di dimenticare ciò che il calcio è, GIOCO, DIVERTIMENTO.

Allenando bambini di 7/8 anni come quest’anno, mi sono dovuto adattare ad una nuova impostazione di allenamento e ad un calcio più ludico, in particolare per le esercitazioni riguardo l’insegnamento della tecnica di base.   

Per tenere alta la motivazione, e quindi l’attenzione e l’impegno, diventa fondamentale lavorare con la fantasia per avere esercitazioni che non siano monotone e li tenga attivi il più possibile.

A questo proposito, un metodo molto efficace per insegnare ed allenare il gioco e il controllo del pallone al volo si è rivelato essere l’utilizzo ripetuto del FOOTVOLLEY, generalmente tradotto come pallavolo con i piedi. 

Chiaramente il gioco sarà proposto in una versione rivalutata , ma il divertimento è rilevato è sempre stato altissimo e di conseguenza sarà ottima l’intensità e ancor più sorprendente il livello dell’ impegno e della partecipazione

Il segreto principale per crescere tecnicamente è quello di toccare il più possibile l’attrezzo, il nostro amico pallone, e creando piccoli campetti da 3 contro 3 o 2 contro 2 questo requisito sarà soddisfatto.

Per cominciare, inizialmente, le prime partite avevano l’unica regola del “non fate fermare a terra il pallone, l’importante è tenerlo in alto e mandarlo nell’altro campo”.

Successivamente, si potrà ridurre il numero dei rimbalzi possibili del pallone per giocatore e per squadra, e cominciare ad impostare il passaggio obbligatorio tra compagni. 

Ovviamente per arrivare a questo gioco, un propedeutico classico lavoro con il palleggio e il controllo della palla (testa, coscia, petto) era stato fatto.  Lavoro che si è rivelato più un ottimo bagaglio teorico, pronto per essere concretizzato con molta più efficacia e velocità in questo gioco che adesso è un must di ogni mio allenamento. 

 

E per finire..rifacciamoci gli occhi con le bellezze dell’uomo chiamato tecnica! 

 

Allenare il colpo di testa

Allenare il colpo di testa è importante per qualsiasi attaccante. Questo esercizio serve a migliorare la tecnica del colpo di testa facendo in modo che i giocatori si abituino a colpire palloni crossati in aria.

 

Per potere indirizzare la palla in porta i giocatori devono correre in area leggendo la traiettoria della palla alta e colpirla di testa indirizzandola in porta.

Dividere i giocatori in due gruppi. Un giocatore del primo gruppo  lancia una palla per il primo giocatore del secondo gruppo nella linea d’attacco che dopo aver colpito la palla, la recupera e si mette in coda nel primo gruppo mentre chi ha lanciato si mette in coda nel secondo gruppo.

Prendere i tempi giusti, iniziare il salto con la spinta su un piede e atterrare con entrambi i piedi, usare le braccia per aiutarsi a saltare, guardare la palla e nel punto più alto del salto, usare la parte piatta della fronte per dirigere la palla dove si vuole (come evidenziato nel colpo di testa di Puyol al mondiale 2010).

Mettendoci un pò di competizione si può organizzare un torneo tra i vari giocatori dividendoli in coppie che si sfideranno tra di loro.

 

La squadra composta da due giocatori occupa due lati del quadrato mentre l’altra squadra occupa gli altri due lati. Muovendosi in senso orario, i giocatori servono la palla ai propri compagni cercando di fare goal agli avversari. Dopo tre giri ci si muove in senso antiorario. Vince la squadra che arriva prima a 3 goal.

Per aumentare la competizione si possono contare anche gli errori che sommati tra loro influiscono sul risultato (ogni 5 errori si toglie un goal). La parata da parte di un giocatore avversario è da considerarsi neutra.

Goal di Puyol su Corner – Mondiali 2010

E’ sempre bello guardare le partite del mondiale pensando di poter carpire qualche segreto e riportarlo sui campi con i ragazzi. Ad esempio il goal di Puyol su corner nel mondiale 2010 contro la Germania.

Probabilmente la Germania era stata la miglior squadra del mondiale ma fu la Spagna a passare su questo goal da calcio d’angolo.

Xavi e Iniesta sembra che facciano un calcio d’angolo corto invece Xavi tira la palla nell’area di rigore. Puyol arriva in corsa senza essere contrastato da nessun difensore.

Non è uno schema ma una esecuzione perfetta sia nel salto che nella tecnica colpendo la palla con il centro della fronte per dare la massima potenza.

Goal di Puyol su Corner