Periodizzazione tattica nel calcio femminile

Share:

Che cosa è la periodizzazione tattica?

La periodizzazione tattica è un modello di pianificazione dell’allenamento nel calcio che pone l’accento sulla componente tattica come guida principale nella strutturazione delle sessioni di allenamento. Questo approccio è stato sviluppato principalmente da Vítor Frade negli anni ’80 ed è stato successivamente applicato con successo da diversi allenatori di prestigio nel calcio, tra cui José Mourinho.

Alcuni principi chiave della periodizzazione tattica includono:

  1. Focus sulla Tattica: A differenza di altri modelli di periodizzazione che potrebbero iniziare con una fase di preparazione fisica generale, la periodizzazione tattica mette la tattica al centro fin dall’inizio.
  2. Adattabilità: L’approccio è flessibile e si adatta alle esigenze specifiche della squadra. Si basa sull’osservazione costante delle prestazioni della squadra e si adatta di conseguenza, permettendo una maggiore flessibilità rispetto ad altri modelli più rigidi.
  3. Struttura Settimanale Coerente: Si utilizza un morfociclo settimanale che mantiene una struttura simile nel corso della stagione. Questo morfociclo, o schema organizzativo, fornisce una base su cui costruire e variare gli allenamenti.
  4. Coinvolgimento Attivo dei Giocatori: Si cerca di coinvolgere attivamente i giocatori nella comprensione e nell’assimilazione del modello di gioco. Gli allenatori incoraggiano la presa di decisioni tattiche durante le sessioni di allenamento.
  5. Approccio Graduale: Si prevede una progressione graduale, introducendo gradualmente l’aspetto tattico in modo che i giocatori possano comprendere e assimilare le nuove idee nel corso della stagione.
  6. Risposta alle Esigenze della Partita: La periodizzazione tattica risponde alle esigenze specifiche delle partite imminenti. L’allenamento è progettato per preparare la squadra a situazioni e avversari specifici che si presenteranno nelle prossime partite.
  7. Integrazione delle Componenti Fisiche e Tecniche: Pur ponendo l’accento sulla tattica, la periodizzazione tattica integra anche componenti fisiche e tecniche nell’allenamento. Tuttavia, queste componenti sono sviluppate in relazione diretta con gli obiettivi tattici.

L’obiettivo della periodizzazione tattica è sviluppare una squadra che abbia una comprensione profonda del modello di gioco desiderato, consentendo ai giocatori di prendere decisioni tattiche consapevoli durante le partite. Questo approccio mira a formare giocatori che siano non solo atleti fisicamente preparati, ma anche tatticamente intelligenti.

Periodizzazione tattica: la velocità - PerformanceLab

La periodizzazione tattica nel calcio femminile

La periodizzazione tattica e la distribuzione degli allenamenti proposti possono essere contestualizzati anche nel contesto del calcio femminile. Le differenze specifiche tra il calcio maschile e femminile spesso riguardano aspetti fisiologici e forza fisica, ma gli aspetti tattici e l’approccio all’allenamento possono rimanere simili. Ecco come potrebbe essere contestualizzata la proposta nel calcio femminile:

  1. Lunedì (Recupero passivo):
    • Importanza del recupero mentale e fisico, specialmente considerando che le giocatrici potrebbero aver affrontato partite intense nel fine settimana.
  2. Martedì (Recupero attivo):
    • Correzione di errori tattici e lavoro più intensivo, tenendo conto delle differenze di resistenza e recupero rispetto al calcio maschile.
  3. Mercoledì (Tensione):
    • Lavoro sulla forza specifica al gioco con un focus su relazioni settoriali e intersettoriali, adattato alle esigenze fisiche delle giocatrici femminili.
  4. Giovedì (Durata):
    • Lavoro sulla resistenza specifica al gioco, considerando le caratteristiche fisiologiche delle giocatrici femminili e adattando gli spazi e le situazioni di allenamento.
  5. Venerdì (Velocità):
    • Lavoro sulla velocità specifica del gioco, con variazioni nel numero di giocatrici e situazioni di gioco, mantenendo considerazioni sulle differenze fisiche.
  6. Sabato (Attivazione):
    • Un approccio leggero per consolidare gli aspetti allenati durante la settimana e preparare le giocatrici per la partita del giorno successivo.

Considerazioni specifiche per il calcio femminile:

  • Differenze fisiologiche: Tenere conto delle differenze nelle caratteristiche fisiologiche e di recupero delle giocatrici femminili.
  • Adattamento dello spazio: Considerare dimensioni di campo e spazi adatti alle forze e alle capacità delle giocatrici femminili.
  • Focus sul modello di gioco: Chiarezza nel modello di gioco, tenendo conto delle preferenze e delle abilità specifiche delle giocatrici femminili.
  • Equilibrio tra intensità e recupero: Adattare l’intensità dell’allenamento in base alle caratteristiche specifiche delle giocatrici femminili per evitare sovraccarichi e prevenire lesioni.

In generale, la proposta di periodizzazione tattica può essere facilmente adattata alle esigenze del calcio femminile, mantenendo gli stessi principi di progettazione dell’allenamento e focalizzandosi su obiettivi specifici per le giocatrici femminili.

periodizacion táctica

Comprensione del proprio modello di gioco

La comprensione del proprio modello di gioco assume un ruolo cruciale nell’ambito della periodizzazione tattica. Vediamo come impatta specificamente:

  1. Orientamento del Processo di Allenamento:
    • Il modello di gioco fornisce una guida chiara per il processo di allenamento. Definisce gli aspetti tattici fondamentali che gli allenatori desiderano sviluppare, orientando così la progettazione delle sessioni di allenamento per raggiungere tali obiettivi.
  2. Definizione degli Obiettivi di Allenamento:
    • La conoscenza del modello di gioco aiuta gli allenatori a stabilire chiaramente gli obiettivi di allenamento specifici. Questi obiettivi possono concentrarsi sugli aspetti tattici del gioco, permettendo alle giocatrici di acquisire una comprensione più approfondita delle strategie e delle dinamiche di gioco.
  3. Sensibilizzazione delle Giocatrici:
    • La chiara comunicazione del modello di gioco sensibilizza le giocatrici sull’approccio tattico che la squadra intende adottare. Questa consapevolezza è fondamentale per l’adesione e la comprensione delle decisioni tattiche durante le partite e le sessioni di allenamento.
  4. Indirizzamento della Tattica Individuale e Collettiva:
    • Il modello di gioco fornisce una base solida per lo sviluppo delle competenze tattiche sia a livello individuale che collettivo. Gli allenatori possono progettare esercizi mirati a migliorare aspetti specifici del modello di gioco, portando a un miglioramento complessivo della tattica della squadra.
  5. Adattamento alle Situazioni di Gioco:
    • Con una chiara comprensione del modello di gioco, le giocatrici sono più in grado di adattarsi alle situazioni di gioco in tempo reale. Questa flessibilità è cruciale per rispondere alle dinamiche mutevoli delle partite e per mantenere la coerenza con la strategia di gioco definita.
  6. Valutazione delle Prestazioni:
    • La conoscenza del modello di gioco facilita l’analisi delle prestazioni. Gli allenatori possono valutare le esecuzioni in relazione agli obiettivi tattici stabiliti e identificare aree di forza e debolezza per il miglioramento continuo.
  7. Motivazione e Coinvolgimento:
    • La comprensione del modello di gioco aumenta la motivazione delle giocatrici. Quando vedono come il loro contributo si integra agli obiettivi tattici complessivi, possono sentirsi più coinvolte e motivate a lavorare per il successo della squadra.

In sintesi, la conoscenza del proprio modello di gioco è un pilastro fondamentale per la periodizzazione tattica. Essa guida la progettazione dell’allenamento, informa gli obiettivi e fornisce un quadro chiaro per lo sviluppo continuo della squadra nel contesto tattico desiderato.

How the U.S. Women's National Soccer Team Plans to Win the Mental Game at  the 2019 World Cup | Inc.com

Intensità tattica

Nella periodizzazione tattica, l’intensità tattica è un concetto chiave che si riferisce al livello di concentrazione e coinvolgimento mentale richiesto durante le sessioni di allenamento e le partite. Questo concetto è strettamente legato all’aspetto cognitivo della preparazione tattica dei giocatori.

Ecco come l’intensità tattica può essere considerata nella periodizzazione:

  1. Concentrazione Mentale Elevata:
    • Durante le sessioni di allenamento in un approccio di periodizzazione tattica, si cerca di mantenere una concentrazione mentale elevata. Gli esercizi e le attività sono progettati per coinvolgere i giocatori in modo da farli pensare alle decisioni tattiche da prendere in diversi scenari di gioco.
  2. Coinvolgimento Tattico Costante:
    • L’intensità tattica implica che i giocatori siano costantemente coinvolti nel pensare e applicare gli aspetti tattici del gioco. Ciò va oltre la semplice esecuzione di compiti fisici o tecnici e richiede un coinvolgimento attivo nella comprensione del modello di gioco e nell’adattamento alle situazioni di gioco reali.
  3. Adattabilità alle Situazioni di Gioco:
    • I giocatori devono essere in grado di adattarsi alle mutevoli situazioni di gioco durante le partite. L’intensità tattica implica che siano preparati a prendere decisioni rapide e a modificare le loro azioni in base alle esigenze tattiche del momento.
  4. Variazioni nell’Intensità Tattica:
    • La periodizzazione tattica tiene conto delle variazioni nell’intensità tattica durante la settimana. Ciò significa che alcune sessioni di allenamento possono essere progettate per mantenere una maggiore intensità tattica, mentre altre potrebbero concentrarsi su aspetti fisici o tecnici, offrendo ai giocatori un equilibrio nel loro sviluppo.
  5. Coordinamento tra Aspetti Fisici e Tattici:
    • L’intensità tattica è coordinata con gli aspetti fisici dell’allenamento. Ad esempio, le sessioni ad alta intensità tattica potrebbero essere abbinate a una maggior richiesta fisica, mentre le sessioni di recupero possono mantenere una componente tattica più leggera.
  6. Ruolo dell’Allenatore nell’Intensità Tattica:
    • Gli allenatori giocano un ruolo cruciale nel mantenere un’adeguata intensità tattica. Devono stimolare la concentrazione dei giocatori, presentare sfide tattiche interessanti e fornire feedback costante per migliorare l’applicazione delle strategie di gioco.

L’intensità tattica, quindi, è integrata nel tessuto dell’allenamento per sviluppare giocatori che non solo eseguono movimenti e azioni specifiche, ma comprendono anche il contesto tattico in cui si verificano, migliorando così la loro intelligenza tattica.

On 50th anniversary of Title IX, women's soccer players stress importance  of inclusion - The Exponent

Approccio multidisciplinare

L’adozione di un approccio multidisciplinare da parte degli allenatori può portare a un miglioramento significativo nel loro lavoro, poiché consente di integrare diverse competenze e prospettive. Ecco alcune aree chiave e discipline che possono essere coinvolte in un approccio multidisciplinare:

  1. Preparazione Fisica:
    • Collaborare con preparatori fisici per sviluppare programmi di allenamento che integrino la forza, l’agilità e la resistenza in modo sinergico con gli obiettivi tattici.
  2. Analisi Video e Tecnologia:
    • Lavorare con analisti video per esaminare le prestazioni della squadra e degli individui. L’uso di tecnologie avanzate può fornire dati dettagliati che aiutano a identificare punti di forza, debolezze e aree di miglioramento.
  3. Nutrizione:
    • Coinvolgere nutrizionisti per sviluppare piani alimentari personalizzati che ottimizzino l’energia, la riparazione muscolare e il recupero.
  4. Psicologia dello Sport:
    • Collaborare con psicologi dello sport per lavorare sulla mentalità della squadra e degli individui. Ciò può includere la gestione dello stress, la concentrazione, la resilienza e la costruzione di un ambiente psicologicamente sano.
  5. Medicina dello Sport e Riabilitazione:
    • Integrare medici dello sport e fisioterapisti per la gestione e la prevenzione delle lesioni. La riabilitazione e il recupero devono essere parte integrante del piano di allenamento.
  6. Analisi dei Dati:
    • Sfruttare specialisti dell’analisi dei dati per interpretare e utilizzare i dati statistici avanzati. Questo può guidare le decisioni tattiche e strategiche basate su evidenze.
  7. Sviluppo Giovanile:
    • Lavorare con responsabili del settore giovanile per garantire una transizione fluida dei giovani talenti alla squadra principale. Un approccio integrato all’allenamento giovanile può favorire la crescita continua della squadra nel tempo.
  8. Comunicazione e Leadership:
    • Migliorare le competenze di comunicazione e leadership attraverso la formazione specifica. Un allenatore efficace deve essere in grado di comunicare chiaramente la visione, motivare la squadra e gestire le dinamiche del gruppo.
  9. Sociologia dello Sport:
    • Considerare gli aspetti sociali e culturali che possono influenzare la dinamica della squadra e la performance degli atleti. Un approccio consapevole delle dimensioni sociali può migliorare la coesione di squadra.
  10. Formazione Continua:
    • Partecipare a corsi, workshop e conferenze per rimanere aggiornati sulle ultime tendenze e ricerche nelle varie discipline correlate al calcio.

L’adozione di un approccio multidisciplinare richiede una mentalità aperta, collaborativa e una buona capacità di gestione delle risorse. La sinergia tra diverse competenze può portare a una programmazione più completa, basata su dati e mirata a massimizzare le prestazioni della squadra.

Share:

Leave a reply