Calcio femminile: la preparazione fisica

220
0
Share:

Una delle scuse più sentite quando si lavora nel calcio femminile è l’aspetto fisico. Quindi, oggi vogliamo concentrarci sulla preparazione fisica nel calcio femminile per cercare di fare un po’ di luce.

Con la frase “le donne non hanno il fisico degli uomini” alcune persone si sono incaricate di minimizzare questa categoria all’interno dell’allenamento nel calcio femminile. Proprio per questo parlerò di alcuni aspetti fisici delle donne che si dice “influenzino”, ma che se ben lavorati e analizzati vedremo che non lo fanno.

Pronto a sfatare i miti? Cominciamo!

Preparación física en el fútbol femenino actual

Prestazioni fisiche delle calciatrici e dei calciatori

In modo molto ingiusto, e prendendo come riferimento dati molto poco fondati, il calcio femminile è stato crudelmente attaccato per le prestazioni fisiche delle sue giocatrici, il che ha sistematicamente causato un rifiuto generale del loro calcio.

Ma cosa intendiamo per dati mal documentati? Ebbene, in passato la maggior parte delle analisi o dei test che venivano effettuati nel calcio femminile erano rivolti a ragazze poco preparate fisicamente; quindi, c’era da aspettarsi che i risultati di questi test non fossero dei migliori.

Sapendo che questi risultati sono stati condizionati, e che sommato a ciò, ad oggi, la preparazione fisica nel calcio femminile è MOLTO più alta, possiamo chiaramente affermare che le valutazioni possono migliorare radicalmente e mostrare una realtà diversa da quella che è sempre stata venduta.

Con questo, non mentiremo neanche e diremo che le prestazioni fisiche degli uomini sono inferiori a quelle delle donne, scientificamente è stato dimostrato che non è così. Tuttavia, possiamo affermare che il calcio femminile ha alcune caratteristiche molto simili al calcio maschile e che allenamenti più ponderati e specifici possono ridurre queste differenze.

Lo sviluppo fisico nel calcio femminile

Oggi il calcio non è più lo stesso di 15/20 anni fa. A differenza del passato, le società di calcio investono ingenti somme di denaro per migliorare e ottimizzare le proprie squadre.

Tuttavia, gli sforzi non sono gli stessi nel calcio femminile. Per ragioni che abbiamo già discusso in altri articoli, il calcio femminile, con tutto e con i suoi grandi progressi, è ancora qualche gradino sotto – per importanza e dedizione – rispetto al calcio maschile.

Quindi, non è strano trovare squadre di calcio che non hanno la categoria femminile, con squadre di calcio femminile “importanti” che non hanno buone strutture di allenamento, con campi da gioco che sono un disastro, che i tempi di allenamento – E quindi di preparazione fisica – sono molto brevi e poco professionali; oppure gruppi di calcio femminile molto misti, cioè giocatrici di età diverse nella stessa squadra perché non ce ne sono abbastanza per creare più categorie.

Ora, come dico sempre, non tutto può andare così male. Anche se c’è ancora molta strada da fare, ci sono già squadre che hanno professionisti di alto livello che stanno davvero cercando di rafforzare le loro categorie di calcio femminile. Ed è proprio grazie a loro che oggi possiamo abbattere quei miti che fanno tanto male ai calciatori, grazie alle valutazioni degli aspetti fisici delle donne.

Andiamo a conoscere quegli aspetti fisici che sono stati valutati male, e vediamo come alcuni di essi possono essere migliorati.

Esercizi di valutazione del lavoro di resistenza nel calcio femminile

Per il 2009, i test di resistenza nelle donne hanno mostrato valori che hanno confermato che la resistenza aerobica dei calciatori è molto inferiore a quella degli uomini. Tuttavia, studi più recenti hanno dimostrato che non è più così.

Un’analisi effettuata sulla squadra femminile danese ha mostrato che molte delle sue giocatrici – quelle meglio allenate – mostravano valori di resistenza MOLTO simili a quelli degli uomini.

Dopo un piano di allenamento durato 15 mesi, le giocatrici della stessa squadra danese, le meno allenate, sono riuscite ad allineare i propri valori a quelli delle giocatrici con il miglior livello; allo stesso tempo che, sia le più allenate che le meno allenate, raggiungevano all’incirca lo STESSO valore di quello degli uomini. Ciò indica un chiaro sviluppo fisico nel calcio femminile in termini di resistenza. Ma continuiamo…

La preparazione fisica nel calcio femminile, nel calcio moderno

2. Esercizi di valutazione della flessibilità nel calcio femminile

La flessibilità è un’altra caratteristica fisica dei calciatori che tende a essere sottovalutata. Uno dei motivi che affermano questo fatto (senza precedenti prove scientifiche) è che non è consuetudine vedere così spesso obiettivi acrobatici o movimenti molto elastici nelle giocate… come puoi vedere, ragioni assurde.

Studi condotti nel 2002 dimostrano che nel caso degli uomini la flessibilità si perde con il passare degli anni. Tuttavia, nel caso delle donne, no. Questo dimostra che nonostante la ragione assurda che è stata considerata in questi anni, le donne SONO SUPERIORI in questo aspetto fisico.

Allo stesso modo, il fattore flessibilità non è un fattore fondamentale nella pratica del calcio, ma si raccomanda (sia negli uomini che nelle donne) il suo rafforzamento ed esercizio in caso di scarsa flessibilità, tutto questo con l’obiettivo principale di evitare possibili infortuni.

Preparación física en el fútbol femenino, en el futbol moderno

3. Esercizi di valutazione della forza nel calcio femminile

Nell’aspetto della forza accade qualcosa di simile a quello della resistenza. I pochi studi che sono stati effettuati dimostrano che le giocatrici hanno meno forza dei maschi. Sembra un gioco da ragazzi.

Questi risultati sono stati generalmente dopo esecuzioni di natura esplosiva. Dove si vede la mancanza del calcio femminile, e dove questo viene valorizzato come un problema poiché incide in maniera direttamente proporzionale sul rendimento delle calciatrici e aumenta la possibilità di infortunarsi.

Ora, non tutto è negativo. La squadra di calcio femminile danese, pioniera in questi studi sulla prestazione fisica e sulla preparazione fisica nel calcio femminile, ha realizzato piani di allenamento di 15 mesi, in cui si è visto un miglioramento significativo in TUTTE le giocatrici.

In questo caso, gli allenatori sono incoraggiati a stabilire piani di lavoro di forza di base in larga misura e piani di lavoro specifici in misura minore. Nel tempo, puoi fare un’inversione della pianificazione. Il lavoro specifico in misura maggiore e la forza di base generale lavorano in misura minore.

Allo stesso modo, le giocatrici con più problemi possono stabilire routine individuali.

4. Velocità

Insieme alla forza, la velocità, per ragioni biologiche, è l’altro aspetto della capacità fisica femminile su cui le donne sono colpite.

In questo caso particolare, guarda caso, insisto, con forza; È importante migliorare il problema perché influisce in modo significativo sulle prestazioni del calciatore, e ancora di più con il calcio che si pratica oggi, molto più fisico e veloce che richiede grandi capacità fisiche.

Sebbene la velocità possa essere “sostituita” alla buona tecnica, in un calcio dove la fisicità è così gratificante, migliorare la velocità delle ragazze della nostra squadra di calcio è l’ideale per una buona prestazione.

Gli allenatori sono incoraggiati a fare un allenamento a intervalli che cambia l’intensità e aumenta la potenza aerobica. Si consiglia inoltre di eseguire esercizi di forza che migliorano i muscoli e quindi rafforzano le gambe.

 

La RSA nel calcio femminile - Il Nuovo Calcio

Lesioni

Preparazione fisica e infortuni sono due parole che raramente vengono separate. Scarsa preparazione fisica, tanti infortuni. Pochi infortuni, buona preparazione fisica. Così semplice.
Gli studi condotti in diverse squadre di calcio femminile spagnole hanno dimostrato che gli infortuni in questa categoria sono molto più elevati rispetto a quelli maschili. Soprattutto il legamento crociato delle ginocchia. Per ogni calciatore che ha subito questo infortunio, 3 donne ne hanno sofferto.
Questo, in un certo senso, ha molto senso. Le cause di questo infortunio derivano per lo più da mancanza di forza dei muscoli flessori ed estensori del ginocchio, maggiore lassità legamentosa e ipertensione del ginocchio; tutti questi fattori sono direttamente collegati alla forza.
Quindi, le donne sono OBBLIGATE a valorizzare questo fattore. Le lesioni impediscono il miglioramento fisico dei loro corpi e, senza preparazione fisica, compaiono lesioni. È un circolo vizioso che deve essere spezzato.

2. Nutrizione

L’alimentazione per i calciatori è un altro fattore che incide sulla preparazione fisica delle donne a causa del suo approccio scarso o inesistente.
In molte squadre di calcio femminile, l’alimentazione lo è

qualcosa che non è nemmeno menzionato; ea causa dell’impatto che ha sul corpo, dovrebbe essere obbligatorio lavorarci sopra. Ad esempio, le calciatrici tendono ad avere alte percentuali di grasso corporeo. Questo può essere facilmente evitato attraverso un piano nutrizionale per il controllo del peso e un allenamento aerobico.

Conoscendo le virtù e gli aspetti problematici del fisico delle calciatrici, un’alimentazione ben indirizzata può prevenire gli infortuni e rinforzare il corpo.

3. Mestruazioni

Un mito, che già anticipo, non è tanto un mito perché si è dimostrato vero; è che le mestruazioni tendono ad essere un problema a livello fisico per le calciatrici.

Una ricerca condotta sulla squadra femminile della nazionale svedese, ha mostrato che c’è un rischio maggiore di infortunio in quei calciatori che si sono allenati o si sono esercitati nella fase premestruale e mestruale.

Allo stesso modo, sebbene non sia stato dimostrato a fondo che le prestazioni fisiche delle donne diminuiscano in queste fasi mestruali. Se si osserva che quando si tratta di esercizi o allenamenti prolungati, le donne sembrano meno capaci di sforzi lunghi.

Da qui l’importanza di adattare gli esercizi a questi cicli mestruali all’interno delle possibilità. Allenamento di intensità inferiore per quei giocatori che hanno disagio, e anche esercizi individuali e specifici se necessario.

La dieta/nutrizione è anche un fattore su cui bisogna lavorare durante il periodo mestruale.

 

Considerazioni finali sulla preparazione fisica nel calcio femminile

Come abbiamo visto in tutto l’articolo, un buon piano di allenamento per i calciatori è qualcosa che dobbiamo sviluppare nel modo più rigoroso possibile se vogliamo evitare infortuni e potenziare i nostri giocatori. Anche la mia raccomandazione è che la preparazione fisica nel calcio di base dovrebbe essere il nostro primo obiettivo una volta iniziato ad allenarci. Dovrebbe essere il nostro punto di partenza, insieme a tecnica e tattica. Questo principalmente perché, in base alla preparazione fisica, possiamo far crescere le diverse aree.

Il successo dei giocatori e quindi della tua squadra, dipende in gran parte da questo. Studia il tuo corpo, scopri cosa li influenza e cosa li alimenta; analizza ciò che funziona meglio per loro e da quel momento in poi osserva solo come tutto migliora… Semplice, vero?

Share:

Leave a reply