Calcio a 9: la formazione 3 – 2 – 1 – 2

Scendere in campo con la formazione 3 – 2 – 1 – 2 ha sicuramente il pregio di essere molto equilibrata con giocatori sparsi in tutto il campo. 

La formazione è costruita attorno a un rombo al centro del centrocampo. L’aspetto negativo è legato alla mancata presa di posizione dei giocatori che potrebbero lasciare spazi vuoti ed essere vulnerabili ai dribbling in 1 contro 1.

Infatti la difesa centrale è molto solida e ben protetta dal triangolo di centrocampo ma quando spingiamo con i terzini se questi in fase di non possesso dovessero non tornare in posizione resterebbe un vuoto pericoloso.

E indispensabile quindi avere un difensore centrale che deve essere consapevole del pericolo da tutte le angolazioni davanti e dietro e deve coprire il movimento dei terzini.

Il triangolo di centrocampo forma un solido rombo con il difensore centrale. È forte in fase difensiva ma in attacco ha bisogno del supporto dei terzini per sviluppare il gioco e si affida a un attaccante che scende in profondità per raccogliere il pallone. I centrocampisti difensivi devono spingere verso l’alto per supportare l’attacco.

L’attacco è ottimo in contropiede. Se la squadra conquista palla e tutti si muovono velocemente per supportare i due attaccanti, possono mettersi alle spalle della difesa avversaria e coglierli con buona qualità di passaggio e movimento.

Questa è una buona formazione per imparare a coprire tutte le aree del campo, e poiché in ogni reparto i giocatori giocano sempre su tre posizioni i giocatori possono acquisire una comprensione di come il gioco di supporto può dare loro situazioni di sovrapposizione sia in attacco che in difesa.

Il consiglio è quello di scambiare le posizioni dei giocatori in modo che abbiano un’idea chiara di ciò che gli altri giocatori devono fare in quelle posizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *