Partite in situazioni

Nella scorsa partita dopo aver segnato a cinque minuti dalla fine il goal del 2 a 1 a nostro favore  abbiamo subito gli avversari (che volevano evidentemente pareggiare) lasciando  loro negli ultimi minuti 3 pericolose situazioni su palla inattiva  (due punizioni e un calcio d’angolo).

Sono situazioni di gioco che si possono allenare ricreandole in allenamento. Ad esempio giocando una partita a tema 9 contro 9 senza fuorigioco. Entrambe le squadre si schierano con il modulo 1-3-2-3.

La disposizione dei giocatori permette di:

  • aumentare i duelli 1 contro 1;
  • favorire il gioco sulla fascia;
  • avere una lettura abbastanza semplice delle situazioni di superiorità e di inferiorità in ogni zona del campo.

Iniziamo quindi a giocare ma ponendo situazioni di risultato predefinite dal mister.

Ad esempio:

  • la squadra rossa si trova in vantaggio di un gol rispetto a quella blu, mancano 4 minuti al termine della partita, la squadra blu ha l’obiettivo di vincere;
  • la squadra blu si trova in vantaggio di due reti ma con un’inferiorità numerica di un giocatore rispetto agli avversari, mancano 6’ al termine della partita;
  • le squadre stanno pareggiando, mancano 2 minuti al termine della partita e la squadra blu deve vincere.

La squadra che raggiunge il proprio obiettivo vince la sfida e guadagna 3 punti; la squadra che perde, ne totalizza 0. Il pareggio non è previsto. Al termine dei 12 minuti di gioco della stazione, la squadra che ha realizzato più punti (somma degli obiettivi raggiunti) vince.

L’obiettivo è chiaramente quello di aumentare l’attenzione e il vigore nelle giocate anche in condizioni di affaticamento.

Sviluppare e condividere con i compagni una strategia di gioco collettiva per condizionare l’ambiente circostante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *