Carta sasso e forbice!

Carta sasso e forbice: tutti abbiamo giocato alla morra cinese! Carta e forbice si scontrano e, in base alle proprie caratteristiche, prevalgono uno sull’altro: la carta domina il sasso poiché, avvolgendola, la neutralizza; il sasso, a sua volta, vince sulle forbici, spezzandole; le forbici, invece, battono la carta perché sono in grado di tagliarla

Carta sasso e forbice

Se parlassimo con qualcuno esperto in psicologia ci direbbe che è un gioco che allena la mente e quindi forti di questa sottolineatura psicologica lo utilizzeremo in questo esercizio per lavorare con le annate più piccole ma anche sulle annate più grandi come riscaldamento per enfatizzare il pensiero veloce scatenando dopo ogni mano di gioco una corsa scappando dal proprio compagno se si vince o rincorrendolo se si perde.

Carta sasso e forbice

Dividiamo i giocatori in due squadre e li facciamo allineare al centro ad un paio di metri di distanza uno dall’altro come mostrato nella figura. Aggiungiamo i coni su entrambi i lati a circa 10 metri di distanza che delimiteranno il campo.

Quando i giocatori sono in fila li facciamo giocare a carta sasso e forbice. Per ogni manche chi vince scappa verso il proprio cono mentre chi perde insegue il vincitore. Se chi scappa riesce a toccare il cono vince mentre se chi insegue riesce a toccare chi scappa prima del cono vince. Chiunque vinca salirà la scala delle posizioni di un posto e chiunque perderà una posizione. In questo modo dopo poche manche i giocatori più veloci si sfideranno tra di loro creando uniformità tra i vari giocatori.

Carta sasso e forbice

Da svolgere specialmente con le annate più piccole questo esercizio risulta comunque divertente in pratici riscaldamenti anche con le annate più grandi. E’ importante sottolineare ai ragazzi l’importanza di essere veloci con i piedi ed essere in grado di prendere decisioni in una frazione di secondo.

Dopo aver visto la morra cinese varie volte eseguita sui campi in questo esercizio da squadre diverse ho fatto mia una massima di Bart Simpson: “Il caro vecchio sasso non lo batte nessuno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *