Portieri – Esercitazione globale a tre porte (seconda)

Torniamo all’esigenza di dover allenare tanti portieri in un unica seduta,  vi presento una esercitazione globale che può utilizzare fino a 5 portieri contemporaneamente sia con la tecnica di parata che con la tecnica podalica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si posizionano di fianco alla porta principale due porte realizzate con paletti o con porte mobili in diagonale rispetto alla porta principale e ogni porta avrà un portiere che la difende ( P1 – P2 – P3).
Si parte dal Mister, in giallo, che passa il pallone al portiere ( P1)  il quale deve controllare  il  passaggio e scegliere dove scaricare la sfera tra i due portieri  (P4 e P5) posti agli spigoli dell’area ; chi riceve controlla il pallone e lo passa al Mister che può concludere a rete in ogni porta a scelta.

Si possono introdurre varianti a piacere :
– Chiamare il colore della posizione a cui il portiere effettua il passaggio (aggiungiamo un pò di psicocinetica);
– Il Mister corre a coprire una delle traiettorie di passaggio inducendo la giocata al portiere che deve ragionare su dove indirizzare il pallone;
– Imporre un tocco o due tocchi sia al portiere in porta che agli esterni;
– Obbligare il portiere a chiamare Uomo-Solo dopo il passaggio creando una condizione di gioco al ricevente (Uomo / passaggio di prima intenzione – Solo / passaggio dopo controllo);
– Il portiere che riceve il primo passaggio invece che passare subito all’allenatore la passa all’altra estremità dell’area, al suo compagno, che poi la passa al Mister per il tiro;
– Le eventuali deviazioni dei portieri verso le altre porte sono come tiri per cui l’azione non termina mai per nessuno dei tre portieri che devono essere attenti in ogni secondo ( Possibilità di creare una gara a punti) .

Questo tipo di esercitazione permette di tenere alta la concentrazione e l’attenzione nonchè risulta essere utile anche per i vari tipi di spostamento che i portieri devo eseguire per seguire il pallone ed il tiro.
Credo che in questo modo si  riesca a tenere alta la concentrazione di tutti i ragazzi e nello stesso tempo si fanno lavorare in vari modi diversi .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *