Fuorigioco

Share:

Una semplice esercitazione per cominciare a lavorare con le annate più piccole sul fuorigioco.

Si dispone una linea difensiva a 4 (o a 3) giocatori. Davanti ad essa, ad una distanza variabile decisa dal mister (dipende dall’intensità dell’allenamento proposto) si dispongono 3 avversari in possesso palla, abbastanza distanti tra di loro.


Mentre la palla “gira” tra i tre giocatori (un centrale e due esterni),  poco prima che la palla arrivi ad uno dei tre l’allenatore fischierà,  simulando così una situazione favorevole al fuorigioco al momento del passaggio.
A questo punto se la palla arriva al “centrale” avversario, le due “ali” scatteranno contemporaneamente, se invece la palla arriva su un’ “ala”, scatterà soltanto l’altra ala. Intanto la difesa dovrà salire compatta.

Fuorigioco
Il mister in qualità di “guardalinee”, valuterà la riuscita o meno del fuorigioco al momento del passaggio. Si allena così sia l’attacco che la difesa sui tempi di uscita e di inserimento.

Questa semplice esercitazione può essere utile per aiutare i giocatori a comprendere il concetto di fuorigioco e a imparare a evitarla durante le partite. L’importante è ripetere l’esercitazione più volte, in modo da consolidare la comprensione del concetto e migliorare l’applicazione in campo.

Questi argomenti sono in continua evoluzione e sviluppo.

Pubblichiamo articoli di approfondimento dal lunedì al venerdì di ogni settimana dell’anno. Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i prossimi articoli iscriviti al sito o seguici su facebook o instagram.

Share:

Leave a reply