Riscaldamento tecnico e finalizzazione

348
0
Share:

Quest’anno con i ragazzi del Team Traversetolo, mister Volpi nella fase di riscaldamento utilizzava un paio di esercizi di tecnica sul passaggio e sulla finalizzazione che ho ritrovato navigando su internet svolti anche dal Levante UD.

riscaldamento tecnico

Il primo esercizio il centrale difensivo (giocatore 6) esce e da il pallone ad uno dei centrocampisti che fa da pivot (giocatore 8) che scarica sul play (giocatore 4) che a sua volta la passa al terzino (giocatore 2 che sale) cercando sempre il terzo uomo che concluderà l’azione passando al terzino in posizione centrale (giocatore 3). Da li si ricomincia in direzione opposta.

riscaldamento tecnico

Nel secondo esercizio, del tutto simile al primo, si aggiunge un’azione in più, il tiro in porta. Quindi un approccio più offensivo, pensando che l’apertura verso l’ala sia fatta ad uno dei centrocampisti interni che gioca con l’attaccante che arriva alla conclusione. Anche questo esercizio da eseguirsi in ambedue le direzioni.

Primo esercizio

Uno dei giocatori negli angoli giocherà con un altro compagno nell’angolo interno, che dovrà trovare il compagno a centrocampo,  il quale dovrà allontanarsi dal manichino e giocare a tu per tu con il compagno di fronte, che dovrà a sua volta allontanarsi dall’altro manichino e giocare per primo con il compagno di lato (alla ricerca del terzo uomo), il quale si sposterà in avanti e giocherà con il giocatore nell’angolo di fronte e si ripeterà lo stesso procedimento.

Secondo esercizio

In questo esercizio si esegue la stessa sequenza di passaggi del primo esercizio con l’aggiunta che i giocatori faranno un’azione offensiva di 1 contro 1 contro il portiere. Si deve cercare di fare in modo che i tiri vengano effettuati sempre fuori dall’area. Poiché abbiamo due porte, possiamo svolgere l’esercizio in entrambe le direzioni.

Questi argomenti sono in continua evoluzione e sviluppo.

Pubblichiamo articoli di approfondimento dal lunedì al venerdì di ogni settimana dell’anno. Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i prossimi articoli iscriviti al sito o seguici su facebook o instagram.

Share:

Leave a reply