Palla indietro e palla avanti

I giocatori imparano a gestire la palla partendo dai quattro giocatori difensivi. È un buon allenamento per far sì che i giocatori imparino a costruire dal basso utilizzando il portiere come un giocatore extra per passare e mantenere la palla giocando palla indietro e palla avanti. 

Si gioca 6 contro 6 (anche se ci possono essere varianti a seconda dell’età con cui viene svolto l’esercizio). Ogni squadra ha un portiere e quattro giocatori nella propria area: 2 giocatori dentro al campo e 2 giocatori  (terzini) fuori dal campo. I terzini non possono entrare in campo. La squadra è completata da due attaccanti che devono rimanere nella metà campo offensiva.

I giocatori devono rimanere nelle loro aree, e il portiere non può usare le mani, né andare davanti alle due porte ma può solo starci in mezzo ed eventualmente chiamare con la voce i difensori ( il suo ruolo è quello di sostenere come sponda i quattro giocatori di difesa). L’azione comunque deve iniziare sempre con il portiere. Importante per far capire a tutti la gestione degli spazi ruotare le posizioni ogni cinque minuti circa.

Nell’azione che parte dal basso ad esempio il portiere passa al centrale difensivo (1) che a sua volta passa al terzino esterno (2) che passa la palla al difensore più vicino a centrocampo (3). Il difensore però gliela ripassa (49 (per evitare pressione avversaria) e il terzino la ripassa al portiere (5) che cambia gioco per l’altro terzino (6)che passa la palla nella metà campo avversaria (7).

I portieri si abituano ad utilizzare i piedi e si devono muovere per essere al posto giusto. Esercizio utile anche per gli attaccanti perché devono collaborare per coprire sia il passaggio che le possibili linee di passaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *